90 anni di “Italie”: Appunti del decano dei giornalisti by Dott. Bruno P. Pieroni (auth.)

By Dott. Bruno P. Pieroni (auth.)

Questo libro raccoglie gli appunti della vita professionale

di Bruno P. Pieroni, decano dei giornalisti medici.

L’idea nasce da una chiacchierata con amici in vista del suo 90esimo

compleanno, durante los angeles quale una collega, dopo aver ascoltato

alcuni episodi della sua lunga attivit� giornalistica, riguardanti

esperienze e personalit� di vario genere - da Gina Lollobrigida

a Nino Manfredi, da innovatori delle scienze mediche come

Edmondo Malan e Lucio Parenzan advert altri protagonisti del mondo

scientifico - gli ha suggerito di trasformare i suoi racconti verbali

in appunti scritti. Durante le vacanze estive Pieroni si è quindi

dedicato a scrivere queste pagine, con grande impegno

ma anche con grande divertimento. L’autore esprime los angeles speranza

che anche chi avr� los angeles ventura di leggerle, a sua volta, possa

in qualche modo divertirsi.

Show description

Read Online or Download 90 anni di “Italie”: Appunti del decano dei giornalisti medici PDF

Similar italian books

Il tumore alla prostata: Paziente, familiari e medici: esperienze narrate

In che modo l. a. diagnosi di tumore alla prostata impatta sull’equilibrio familiare, sulla vita di coppia e sui progetti di vita? Come viene gestita da parte dei clinici, medici e psicologi, l. a. complessit� della malattia nel caso del tumore alla prostata? Sono queste alcune tra le domande a cui gli Autori hanno cercato di rispondere attraverso un testo strutturato come una serie di “riflessioni”, nel duplice significato di “pensiero su” e di immagine riflessa.

Additional info for 90 anni di “Italie”: Appunti del decano dei giornalisti medici

Sample text

Mia moglie si riprende bene e il neurologo che la segue smania per dimetterla: è ricoverata in un ospedale pubblico zeppo di aborigeni e, a parere del 56 L’industria, il privato e un 90mondo ANNI DIdi “Iviaggi TALIE” medico, c’è il rischio che contragga infezioni. Trascorsi dieci giorni di degenza, Elena è giudicata in grado di tornare a casa. Un viaggio ancora più recente e, di sicuro, da ricordare è quello del settembre 2001 da Boston a Milano. È il 10 settembre e dovrei recarmi a New York per salutare un amico che, all’ultimo momento, annulla l’incontro perché lo hanno incaricato di partire d’urgenza per la California.

A me sembra di andare bene e, infatti, supero la prova, tanto che dopo una settimana mi richiamano per il test definitivo. Anche stavolta adduco ragioni di salute e qui mi viene impartito il primo duro insegnamento 38 L’ingresso nel giornalismo 90 ANNI DI “I“vero” TALIE” della mentalità statunitense sul lavoro. ». Il che, per fortuna, potrò fare pochi g iorni dopo, essendomi arrivata dall’AP la conferma dell’assunzione. Comincio il nuovo lavoro - un sogno che sta avverandosi - con grande entusiasmo, presto raffreddato (ma non spento) dalla realtà dei fatti.

Per prima cosa, decido di rintracciare la medaglia d’oro Carlo Toscano, che ho conosciuto circa un anno prima. Mi racconta che sta raccogliendo, dentro Castel Sant’Angelo, militari sperduti per posti di lavoro nei ministeri ed enti che si stanno trasferendo sul lago di Garda, a Salò - dove si trova la Repubblica Sociale Italiana. Per me, che penso di fare il giornalista, ci sarebbe un posto all’Agenzia Stefani. Per pura combinazione, un paio di giorni dopo, rivedo Mario Bolasco - ossia Ernesto Quintino (detto Mario), 1929-2004 - che ho conosciuto a Pistoia, appena arrivato come allievo sergente «volontario».

Download PDF sample

Rated 4.18 of 5 – based on 12 votes